Gnatologia

 

 E' quella branca dell'odontoiatria che si occupa dei problemi legati alle articolazioni temporo mandibolari ed ai problemi occlusali.I segni tipici di sofferenza articolare sono rappresentati dai rumori (clic) che a seconda della gravità possono arrivare a dei veri e propri crepitii e a dei scrosci.Si associa spesso una limitazione funzionale all'apertura che se accompagnata da dolore diventa invalidante.Sintomi accessori molto frequenti sono emicranie omolaterali all'atm in sofferenza,più raramente un senso d'instabilità posturale simile alle vertigini.Le cause possono essere legate alla posizione dei denti ,cause occlusali,che impongono alla mandibola posizione diverse dalla centrica e sollecitano le atm a dei carichi fuori asse.Vi faccio un elenco delle situazioni più frequenti.

-Denti estrusi per mancanza dell'antagonista(quando si toglie un dente e non si rimette)

-Denti inclinati (per lo stesso motivo)

-Morsi crociati od inversi

-Protesi unilaterali troppo alte o troppo basse (mandano in torsione la mandibola)

-Dentiere instabili o troppo basse

-Alterazioni della funzionalità della lingua

Attenzione,il bruxismo ed il serramento non sono di per se causa di patologie articolari,il problema è quando si bruxa o serra su una occlusione non corretta,l'effetto diventa devastante poichè si aggiunge il parametro di una forte sollecitazione muscolare. Per quel che riguarda le cause non occlusali rimando alla voce odontoiatria e postura.Ciò che potete osservare è il danno enorme che una inclinazione di un dente posteriore può provocare.Il paziente bruxa per abbattere l'ostacolo da dietro a sn verso avanti dx.Il risultato è la perdita di supporto osseo sia sul molare (38) che sul premolare opposto superiore(15).

Le articolazioni temporo-mandibolari sono sono un pò come la spalla,punto d'incontro di forze muscolari che obbediscono ad esigenze diverse,ma a differenza della spalla ha una dimensione limitata,strutture ligamentarie piccolissime e sottoposta a  forze (pensate alla forza masticatoria) decisamente enormi.E' difficile recuperare ad un danno strutturale delle stesse atm,è necessario intervenire tempestivamente ed individuare la causa principale.

lingua,occlusione ed articolazioni temporo-mandibolari

La lingua è un muscolo di una complessità stupefacente,basti pensare al numero di nervi cranici che partecipano a regolare la sua funzione.La sua funzione principale è la deglutizione ma negli ultimi anni diversi autori e l'esperienza clinica personale  hanno verificato che svolge un ruolo tutto da quantificare come strumento di compenso di problematiche posturali.Non meno interessante è la correlazione con il sistema oculomotore,ossia l'azione dei muscoli che regolano il movimento degli occhi....ma andiamo per ordine

-Patologia della deglutizione

Sono le così dette  deglutizioni atipiche o infantili.Quando il bambino passa dall'alimentazione liquida a quella solida la lingua invece d'interporsi tra le arcate va a spingere nella regione retroincisiva.Spesso questo passaggio non avviene.Ci possono essere motivazioni psicologiche o più propriamente neuromotorie,ciò che conta è l'influenza sui denti,i quali vengono spinti verso fuori o sono impediti nell'eruzione (morso aperto).Il morso aperto spesso si associa a respirazione orale con accumulo di placca e formazione di tartaro...con tutto ciò che ne consegue.La spinta in avanti dei denti porta nell'adulto alla perdita di osso vestibolare  e possibilità di retrazioni gengivali(ed alla lunga perdita dei denti stessi).

-Patologie della postura

Spesso la lingua viene utilizzata dall'individuo come mezzo di compensazione.Ad essa sono collegate praticamente tutte le catene muscolari del corpo(e indirettamente quindi anche il sistema fasciale).Talvolta si osserva negli adulti uno spazio che si crea tra i denti,sia anteriormente sia lateralmente.I motivi possono essere due, o la lingua viene utilizzata come bite naturale perchè la chiusura causa dolore,o viene spinta verso una direzione che comporta uno" sbilanciamento" del corpo così da spostarlo da una posizione nociva.Tutto da approfondire poi il rapporto tra la lingua e il sistema oculo motore(e di conseguenza oculo-cefalo-giro).Si sa da esperimenti sugli animali che un trazionamento in avanti della lingua provoca una convergenza oculare.Allora mi chiedo,una posizione linguale forzatamente avanzata,può attivare questa convergenza (che magari rimane invisibile perchè compensata dal sistema neuromuscolare) e provocare degli irrigidimenti cervicali con tutte le conseguenze sintomatologiche,vedi instabilità e cefalee?Spesso verticalizzazioni della cervicale e presenza di ernie cervicali si associano ad avanzamento della lingua.E' un tentativo di compenso,un'aiuto che la lingua da per decompensare la pressione sui dischi.Chi ne fa le spese sono i denti che vengono portati in avanti con perdita d'osso di sostegno o le articolazioni temporo mandibolari che perdendo il muro di controllo anteriore rappresentato dagli incisivi sono maggiormente sollecitate

 

 
Dental Solution - odontoiatria e postura - Studio Odontoiatrico Roma - Convenzione Dental Card